Comune di Jelsi
Piazza Umberto I, 40 - 86015 Jelsi (CB)
Tel. 0874710134 - Fax 0874710539

» Contatti

» Provincia di Campobasso
» Regione Molise
» Governo Italiano
» Unione del Tappino


Lettura ACQUA

Arti e monumenti
Palazzo Ducale
Palazzo Valiante
Convento di S. Maria delle Grazie
Cappella della SS. Annunziata
Chiesa di Sant'Andrea Apostolo
Cappella Capozio
La Fontana Monumentale
Il Palazzo Civico
Casa Pinabello
Il Monumento ai Caduti
Le Fosse di Civitavecchia
Progetto Scavi Archeologici località Civitavecchia-Jelsi
Informazioni
Sindaco
Codice ISTAT
Cod. Catasto
Cod. Fiscale
Abitanti
Densità
Superficie
Altitudine
Nome abitanti
Santo Patrono
Festa Patron.
Salvatore D'Amico
070030
E381
00172780702
1.861
65 abitanti/km²
28,50 km²
580 m s.l.m.
Jelsesi
Sant'Andrea
30 novembre
In evidenza
Tutto Trasporti Molise
Jelsi su MeteoMolise
Progetto VotivA+
Mappa
mappa jelsi
Vista stradale
pec jelsi trasparenza valutazione e merito
Rubrica
Scuole
Carabinieri
Vigili Urbani
Vigili del fuoco
Farmacie
Guardia medica
Dove mangiare
Dove dormire
Collegamenti
Unione dei Comuni del Tappino
Comunità Montana del Fortore Molisano
Gazzetta Ufficiale
Strumenti
Stampa pagina
Bookmark & share
RSS Feed

Home  »  Cultura  »  Arti e monumenti

Cappella Capozio

Poco più a valle del Palazzo Valiante, ma quasi in continuità con esso, su Corso Vittorio Emanuele II, è situata un'elegante Cappella, fatta erigere, su suolo proprio, dal sacerdote Luigi Capozio.
La motivazione posta alla base della sua realizzazione risiedeva nella necessità di offrire un luogo di culto più spazioso alle numerose persone che, in qualche modo legate al Palazzo Valiante ed ai suoi proprietari del momento, assistevano alla Messa all'interno del Palazzo stesso.
L'altare era ricavato in un grosso armadio a muro e veniva esposto solo per le celebrazioni religiose.
La Cappella porta all'interno, nel lato destro entrando, una lapide commemorativa che ricorda la data di benedizione, avvenuta il 19 aprile del 1923, ad opera dell'arciprete Michele D'Amico, e la dedica della Cappella alla Madonna Addolorata. All'esterno, sull'architrave del portale, trova posto una lunetta scolpita a bassorilievo e raffigurante San Francesco.

Nel dicembre 2002, la Cappella Capozio è stata donata alla parrocchia di S. Andrea Apostolo, da parte dei Sigg. Capozio Antonio, Maria Lucrezia, Clara Rosalia e Angelica, pronipoti dei sacerdoti Francesco e Luigi Capozio e comproprietari dell'immobile ereditato per testamento pubblico del sacerdote Luigi Capozio in data 7 settembre 1900.

Le condizioni di donazione da ottemperare sono le seguenti:
- Divieto assoluto di vendita
- Chiusura dell'ingresso di servizio da parte del giardino
- Celebrazione di 12 messe l'anno
- Targa ricordo