Comune di Jelsi
Piazza Umberto I, 40 - 86015 Jelsi (CB)
Tel. 0874710134 - Fax 0874710539

» Contatti

» Provincia di Campobasso
» Regione Molise
» Governo Italiano
» Unione del Tappino


Lettura ACQUA

Arti e monumenti
Palazzo Ducale
Palazzo Valiante
Convento di S. Maria delle Grazie
Cappella della SS. Annunziata
Chiesa di Sant'Andrea Apostolo
Cappella Capozio
La Fontana Monumentale
Il Palazzo Civico
Casa Pinabello
Il Monumento ai Caduti
Le Fosse di Civitavecchia
Progetto Scavi Archeologici località Civitavecchia-Jelsi
Informazioni
Sindaco
Codice ISTAT
Cod. Catasto
Cod. Fiscale
Abitanti
Densità
Superficie
Altitudine
Nome abitanti
Santo Patrono
Festa Patron.
Salvatore D'Amico
070030
E381
00172780702
1.861
65 abitanti/km²
28,50 km²
580 m s.l.m.
Jelsesi
Sant'Andrea
30 novembre
In evidenza
Tutto Trasporti Molise
Jelsi su MeteoMolise
Progetto VotivA+
Mappa
mappa jelsi
Vista stradale
pec jelsi trasparenza valutazione e merito
Rubrica
Scuole
Carabinieri
Vigili Urbani
Vigili del fuoco
Farmacie
Guardia medica
Dove mangiare
Dove dormire
Collegamenti
Unione dei Comuni del Tappino
Comunità Montana del Fortore Molisano
Gazzetta Ufficiale
Strumenti
Stampa pagina
Bookmark & share
RSS Feed

Home  »  Cultura  »  Arti e monumenti

Cappella della SS. Annunziata

La cappella della SS. Annunziata sorge a ridosso del palazzo ducale dei Carafa.

Si distingue per il portale gotico, attraverso il quale si accede all’interno dell’edificio, oggi sconsacrato.

L’intera facciata della cappella, così come il palazzo feudale che la affianca, è realizzata con pietre di piccole dimensioni.

Il portale si compone di due pilastri con capitelli decorati a motivi floreali e antropomorfi, ed è sormontato da un architrave lineare, che sorregge un arco. Questo riporta un’iscrizione a caratteri gotici, che ricorda la data di costruzione della cappella, il 1363.

Oltrepassato il portale si accede all’unica navata della cappella. Il presbiterio è sopraelevato rispetto al piano della chiesa e conserva un portale, che immette nella sacrestia. Il portale conserva un iscrizione, che data la consacrazione, ad opera del cardinale Orsini, al 1696.

L’interno è completamente spoglio, anche se un inventario del 1797 riporta la presenza di un dipinto dell’Annunciazione, di numerosi arredi sacri e di un ricco altare per la celebrazione dell’Eucarestia.

Alla cripta, che rappresenta la parte più interessante della costruzione, si accede attraverso una scala posta alla destra dell’ingresso. Un arco a tutto sesto divide l’ambiente in due vani.

Una tomba decorata a motivi gotici occupa parte della parete di una campata: sul sepolcro, attribuito alla famiglia Beaumont, è scolpito uno scudo che ricorda la nobile famiglia. A sinistra dello stemma è dipinto il volto di Bertranda Beaumont; a destra doveva essere raffigurato il consorte, Barrasio Barras, che poi probabilmente fu seppellito altrove.

La cripta presenta un ciclo di affreschi, che rappresentano le storie di Gesù dall’infanzia alla passione. La datazione degli affreschi è controversa: alcuni sostengono che gli affreschi siano databili tra 1320 e 1332, anno della morte di Bertranda, altri, invece, fanno risalire i dipinti al XIV secolo.

Marzo 2012: Tour guidato alla Cripta Dell'Annunziata : archeologo Michele Fratino.



Fonti

Estratto sintetico da F. VALENTE, Le pitture del Maestro della Cripta di Jelsi, in AA. VV. Jelsi, storia e tradizioni di una comunità, Foggia 2005)