Comune di Jelsi
Piazza Umberto I, 40 - 86015 Jelsi (CB)
Tel. 0874710134 - Fax 0874710539

» Contatti

» Provincia di Campobasso
» Regione Molise
» Governo Italiano
» Unione del Tappino


Lettura ACQUA

Informazioni
Sindaco
Codice ISTAT
Cod. Catasto
Cod. Fiscale
Abitanti
Densità
Superficie
Altitudine
Nome abitanti
Santo Patrono
Festa Patron.
Salvatore D'Amico
070030
E381
00172780702
1.861
65 abitanti/km²
28,50 km²
580 m s.l.m.
Jelsesi
Sant'Andrea
30 novembre
In evidenza
Tutto Trasporti Molise
Jelsi su MeteoMolise
Progetto VotivA+
Mappa
mappa jelsi
Vista stradale
pec jelsi trasparenza valutazione e merito
Rubrica
Scuole
Carabinieri
Vigili Urbani
Vigili del fuoco
Farmacie
Guardia medica
Dove mangiare
Dove dormire
unione dei comuni del tappino
Collegamenti
Unione dei Comuni del Tappino
Comunità Montana del Fortore Molisano
Gazzetta Ufficiale
Strumenti
Stampa pagina
Bookmark & share
RSS Feed

Home  »  News ed eventi  »  News 2012


Progetto Efficientamento Pubblica Illuminazione

NOTA INFORMATIVA
PROGETTO EFFICIENTAMENTO PUBBLICA ILLUMINAZIONE

L’amministrazione di Jelsi ha fissato, tra le priorità di intervento della sua azione politica, lo sviluppo sostenibile e tutte le azioni che consentano di rendere efficiente dal punto di vista energetico e ambientale le utenze ed i servizi comunali.
Prova ne è anche l’adesione al “Patto dei Sindaci”: uno strumento della Comunità Europea che impone alle amministrazioni che lo sottoscrivono precisi obiettivi di efficientamento e di riduzione dei consumi energetici e dell’elaborazione di strumenti di programmazione dell’uso delle fonti energetiche.

In considerazione dell’importanza in termini di costi di consumi e più in generale di gestione e di importanza di servizio offerto ai cittadini, particolarmente significativo risulta essere un massiccio e mirato intervento di EFFICIENTAMENTO ENERGETICO dell’impianto di pubblica illuminazione che presenta una situazione non adeguata rispetto ai recenti standard tecnici e che ne compromette in maniera significativa l’economicità del suo esercizio.

Il comune di JELSI ha aderito al Progetto Aree Interne denominato “DISTRETTO DEL BENESSERE” che interessa l’area del FORTORE Molisano e che vede lo stesso comune di Jelsi come capofila del partenariato locale ed il sindaco Mario FEROCINO presidente del coordinamento dei sindaci dei comuni di Campolieto, Cercemaggiore, Gambatesa, Gildone, Jelsi, Macchia Valfortore, Monacilioni, Pietracatella, Riccia, Sant’Elia a Pianisi, Toro e Tufara.

I dodici comuni partecipanti al PAI del Fortore, alla riunione del Coordinamento dei sindaci tenutasi il 12.11.2011, hanno deciso all'unanimità di candidare idee progettuali a valere sull'asse IV – Programmazione PIT, PISU e PAI del POR FESR Molise 2007-2013, visto l'“Avviso rivolto alle amministrazioni comunali e agli altri enti pubblici della Regione Molise per il finanziamento di progetti finalizzati a rendere energeticamente più efficienti gli utilizzi degli edifici pubblici e le utenze energetiche pubbliche” allegato alla DGR n. 718 del 30 agosto 2011

IL PAI FORTORE ha quindi inserito una scheda di intervento in materia di efficientamento e risparmio energetico.

In tale ambito il Comune di JELSI ha presentato un progetto redatto dall’ing. Luca DI DOMENICO, specialista in Servizi di Consulenza, Sicurezza - Antincendio - Sviluppo Sostenibile per:
- un intervento significativo su circa 180 punti luce della pubblica illuminazione del centro urbano (su un totale di oltre 410) per ridurre i consumi degli stessi ed adeguare le sorgenti alle recenti disposizioni in tema di inquinamento luminoso
- affidare l’elaborazione del P.R.I.C. (Piano Regolatore della Pubblica Illuminazione) in modo da assolvere a quanto previsto dalla L.R. n°2 del 2010 ed ottenere un documento interattivo per la gestione corrente della pubblica illuminazione e una linea guida che si integri con gli altri strumenti di programmazione urbanistica

A tal fine è stata condotta dall’ing. Di Domenico una preliminare analisi dello stato di fatto della pubblica illuminazione dell’area urbana del comune di JELSI
L’impianto nell‘area urbana presenta differenti soluzioni per quanto riguarda gli impianti e la tipologia di lampade utilizzate.
E’ stato altresì condotto un primo sopralluogo di massima con i tecnici comunali per definire il numero di sorgenti luminose e le tipologie in modo da strutturare un intervento che potesse essere il più efficace possibili in quanto riduzione dei consumi e miglioramento della tecnologia illuminotecnica.

Oltre la collocazione di massima dei punti luce è stato condotto un primo censimento delle tipologie di corpi illuminanti e delle strutture illuminotecniche: si sono individuate le seguenti tipologie di punti luce
a) pali con armature stradali tradizionali (h 7 metri) con lampada a vapori di mercurio da 125w o con soluzione con ballerina (tirante di acciaio sospeso) tradizionali (h 5-6 metri) con lampade a vapori di mercurio da 125w
b) pali con armature stradali tradizionali (h 7 metri) con lampada SODIO ALTA PRESSIONE da 70W
c) zona centro storico con lanterne in ferro battuto sospese, a palo o a muro con lampada SODIO ALTA PRESSIONE da 70W
d) area piazza umberto I: sfere in policarbonato opaco con lampade a vapori di mercurio da 125W e pali artistici in ferro battuto con lampade a vapori di mercurio da 125W

La soluzione tecnica proposta è di procedere alla sostituzione di tutte le lampade a vapori di mercurio che rappresentano una soluzione ormai desueta ed abbandonata per due ragioni fondamentali:
a) la prima di tipo ambientale in quanto la lampada esausta costituisce un rifiuto speciale con gli oneri previsti per questa categoria dal d.lgs 152/2006
b) la seconda di natura illuminotecnica in quanto la tecnologia dei vapori di mercurio ha un rendimento, rispetto alla potenza installata , di molto inferiore rispetto alle più recenti lampade con tecnologia Sodio Alta pressione e/o con LED.

Inoltre il gruppo di progettazione preliminare ha individuato soluzioni di controllo del livello di intensità luminosa in funzione degli orari su ogni singolo punto luce.
In sostanza è possibile, con l’attuale tecnologia, incidere profondamente sui consumi elettrici andando a modulare la potenza sulla lampada in funzione degli orari a seguito delle osservazioni e dei rilievi delle intensità del traffico in orario serale e notturno. In questo modo è possibile attenuare le sorgenti senza spegnerle, nel pieno rispetto di quanto previsto dal codice della strada, e riducendo significativamente i consumi.


Foto area intervento efficientamento illuminazione pubblica


pdfNOTA INFORMATIVA PROGETTO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
Data: 21/01/2012

Ultime news ed eventi