Poste Italiane incontra i Sindaci d’Italia.

Promuovere un dialogo diretto e permanente, per confrontarsi sulle esigenze specifiche del territorio ed attivare una serie di servizi dedicati alle realtà locali. Questi gli obiettivi dell’evento ‘Sindaci d’Italia’ organizzato da Poste Italiane presso il centro congressi ‘La Nuvola’ a Roma. All’incontro, svolto alla presenza del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del Ministro dell’interno e vicepremier, Matteo Salvini, e del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Buongiorno, e l’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, e promosso in collaborazione con ANCI e UNCEM, hanno partecipato oltre 3mila sindaci e più di 100 fra parlamentari e autorità.

I 10 impegni concreti a favore dei piccoli comuni

Nel corso dell’incontro con i Sindaci d’Italia, Del Fante ha presentato 10 impegni per i piccoli Comuni: un programma di servizi dedicati basato sull’importanza strategica dei mantenere aperti tutto gli uffici postali situati nei Comuni con meno di 5mila abitati. Inoltre nella sede di Poste Italiane sarà istituito un ufficio centrale dedicato a supporto dei piccoli Comuni. Nei 254 piccoli Comuni senza ufficio postale, l’azienda si impegna, nell’arco di un anno, a installare gli Atm per il prelievo automatico di denaro. Grazie a un accordo esclusivo già firmato, Poste si impegna anche a garantire l’erogazione dei principali servizi postali attraverso la rete tabacchi. Saranno effettuati nuovi investimenti per ampliare la video-sorveglianza all’interno e all’esterno degli uffici postali, in accordo con le forze dell’ordine. Entro il 2020, inoltre Poste garantirà la demolizione di oltre l’80% delle barrire architettoniche esistenti negli uffici postali dei piccoli Comuni. “Dovete e potere contare su Poste Italiane e sulle azioni che farà per rendere le vostre comunità e i nostri servizi più efficienti possibile.” ha concluso l’ad di Poste.

it Italian
X