In ottobre 2019 ha avuto inizio il “Censimento della popolazione e delle abitazioni”, le cui rilevazioni termineranno il 20 dicembre 2019.

L’innovativa strategia censuaria del c.d. “Censimento permanente” non andrà a coinvolgere l’intero territorio comunale, tutti i cittadini e tutte le abitazioni, ma soltanto dei campioni rappresentativi di essi.

Di qui l’integrazione di “dati amministrativi” e “dati d’indagine”, che consentiranno di fornire informazioni statistiche sulle principali caratteristiche strutturali della popolazione dettagliate in ambito territoriale, evidentemente, da affiancare alla determinazione della popolazione legale, vale a dire della popolazione residente in ciascun comune.

La nuova metodologia censuaria consentirà di tenere i dati annualmente aggiornati, di ridurre i costi delle attività da espletare sul campo nonché di contenere il disturbo statistico verso le famiglie.

Si tiene a rilevare che per i cittadini è obbligatorio rispondere ai questionari del Censimento, pena l’applicabilità di apposite sanzioni pecuniarie normativamente previste.

Tuttavia, è bene conoscere che i dati personali sono tutelati dalla legge sulla privacy in ogni fase del procedimento, mentre i dati statistici sono tutelati dal segreto statistico, sono diffusi soltanto in forma aggregata e sono utilizzati esclusivamente per fini istituzionali e statistici.

La rilevazione censuaria sarà svolta senza l’utilizzo della carta, ma solo attraverso la compilazione di questionari on-line (con tecnica CAWI, CAPI, CATI).

Pertanto, i cittadini avranno modo di assolvere all’obbligo di risposta per il Censimento direttamente con collegamento in rete da casa o da qualsiasi altra postazione Internet. E ciò al prezzo di un minimo tempo loro personale da dover dedicare a simile partecipazione.

Per quanti non avessero assolto all’obbligo on line, ci saranno delle ragazze, jelsesi, addette all’assistenza alla compilazione che verranno presso le abitazioni per la compilazione del questionario.

it Italian
X